Natale in famiglia: i parenti si riuniscono e i nonni sono i veri protagonisti!

chrus

Con il Natale in famiglia tutti si riuniscono!

Il Natale in famiglia sembra essere per molti imprescindibile. Questa è la festa degli affetti e non si può proprio immaginare la tavolata del 25 dicembre senza di loro, i nonni, circondati dall’allegria rigenerante di tutti, figli e nipotini. Cosa c'è di meglio, infatti, di un'occasione come il Natale per riunire tutta la famiglia intorno allo stesso focolare, per scambiarsi doni, ma soprattutto per condividere gioia e affetto?

Il ruolo degli anziani in questo quadro è molto prezioso perché essi rappresentano le radici della storia familiare: la loro presenza e vicinanza trasmette sicurezza e solidità ai bambini che, infatti, amano moltissimo i loro nonni. Dopo i genitori, sono gli adulti di cui si fidano di più, quelli che li fanno sentire “a casa”, soprattutto, perché, data la società nella quale viviamo, in cui quasi sempre entrambi i genitori lavorano ed anche le mamme si assentano per l'intera giornata, i bimbi sono lasciati alla cura dei nonni, che talvolta divengono, per autorità e valore affettivo, importanti tanto quanto i genitori, se non di più!

Nonni e nipoti: un rapporto speciale

I bambini hanno uno sguardo fresco e nuovo sul mondo, sono ottimisti per natura. Questo contatto con l’inizio della vita fa tornare a quell’età d’oro anche l’anziano, lo aiuta a scrollarsi di dosso malinconie o pessimismi e a recuperare il lato buffo dell’esistenza. Nel rapporto con i nipoti, gli anni e l’esperienza, al posto di essere un peso, diventano la forza della saggezza. Quella che permette di apprezzare la spontaneità dei piccoli e dei ragazzini, di comprendere il loro naturale idealismo e di condividerne la curiosità nei confronti della vita. L’incontro tra l’infanzia e la terza età, le due fasi della vita agli opposti, è caratterizzato dalla morbidezza, dall’accoglienza, da ritmi più lenti e da regole più negoziabili. E questo incontro spesso si verifica proprio durante specialissime occasioni come il Natale in famiglia, in cui le tradizione e la storia ritornano nel presente con nuova vivacità.

Ma come ringraziare i nonni per tutta l'attenzione che dedicano ai bambini?

Niente di materiale, chiaramente, ma spesso chi non possiede niente può dare paradossalmente di più con piccoli gesti e attenzioni particolari. E' consuetudine, per esempio, che durante il pranzo di Natale, i nipotini recitino speciali poesie, che stimolano la loro memoria e strappano sorrisi ai nonni, che hanno un segno della riconoscenza dei bambini che si sono impegnati espressamente per loro. A scuola, ma anche sui libri per l'infanzia, si possono trovare ottimi esempi di poesie per i nonni che regaleranno gioia ai parenti più anziani, rendendoli partecipi della vita famigliare a tutto tondo. 

Stare a Natale in famiglia è sicuramente il miglior modo di festeggiare: si combatte la solitudine di qualche parente lontano, si rappacificano i rapporti, si allentano le tensioni, si ha un'occasione in più per dirsi "ti voglio bene" e per dimostrare di esserci, anche nei momenti bui che possono caratterizzare alcune fasi della vita degli anziani. E' importante, quindi, che, anche se di ritorno temporaneo da un luogo di cura, l'anziano si senta ben accolto e soprattutto amato, coccolato. Basta veramente poco per rendere magico il natale di tutti, senza grandi e onerosi regali, ma semplicemente dimenticando i problemi e le preoccupazioni quotidiane e condividendo gioia e... cibo!

Buon Natale!