Truffe anziani: alcuni consigli per difendere i nostri cari

Truffe Anziani

Truffe Anziani: come proteggere i nostri cari

Gli anziani sono considerati più vulnerabili rispetto ai giovani e agli adulti. Per questo motivo, diversi malfattori perpetrano truffe ai loro danni con una certa facilità. Bisogna trovare il modo per riuscire a difendere chi è in difficoltà. Ecco quindi alcuni consigli per evitare che si verifichino truffe anziani e per fare in modo che questi ultimi possano vivere più tranquilli.

Le truffe anziani che avvengono con maggiore facilità

Cosa bisogna fare per evitare le truffe anziani? Prima di tutto, è necessario conoscere quelle più diffuse. Una delle fregature che avvengono con maggiore facilità è senza ombra di dubbio la cosiddetta truffa del finto nipote. Chi intende effettuare reato spulcia l'elenco telefonico e trova il numero giusto da cercare di vessare. Il malvivente chiama la persona anziana e le chiede se si ricorda di lui, essendo ovviamente suo nonno o sua nonna. Il falso nipote si inventa una scusa convincente e riesce a ricevere una somma di denaro anche piuttosto ingente.

Un'altra possibile truffa agli anziani riguarda l'opportunità di chiedere alla vittima tanti soldi tramite una cosiddetta telefonata shock. In pratica, il truffatore si spaccia per un dottore o un poliziotto e parla di un incidente stradale piuttosto grave, causato da un parente abbastanza stretto del malcapitato. Ovviamente, tutto ciò che viene riferito durante la chiamata è palesemente finto. E le vittime, pur di difendere i propri cari, sarebbero disposte ad investire cifre anche di una certa rilevanza in quanto, ad una certa età, si smette di pensare soltanto al lato economico.

Il terzo raggiro che un criminale può perpetrare ai danni di un anziano è noto con il nome di truffa alla porta di casa. Di solito, una malefatta di questo genere viene organizzata da due o più persone. Una bussa alla porta e interpella il vecchio o la vecchia per un motivo abbastanza futile, come può essere l'indicazione per una strada o un semplice bicchiere d'acqua. Quindi, il complice (o i complici) entra in casa e inizia a svaligiarla in men che non si dica. Lo sfortunato si potrebbe trovare così con soldi e gioielli perduti senza che nemmeno se ne accorga.

Come evitare le truffe anziani

Ma cosa bisogna fare per evitare queste terribili truffe agli anziani e fare in modo che questi ultimi possano vivere un'esistenza maggiormente tranquilla? Prima di tutto, bisogna essere in grado di prevenire. Nella maggior parte dei casi, una persona che oltrepassa una certa età dovrebbe stare da sola in casa per meno tempo possibile. Ci vuole almeno un individuo fidato al suo fianco, che si tratti di un parente stretto, di un amico o anche della badante. I truffatori potrebbero essere persuasi dall'idea di compiere qualche atto ben poco raccomandabile e la situazione potrebbe apparire meno complicata.

Inoltre, bisogna sempre ricordare che gli estranei non andrebbero mai fatti entrare in casa. In caso contrario, il rischio di subire perdite di ogni genere può diventare molto concreto. Quindi, massima attenzione ed occhi ben aperti. Se ci si accorge di un furto ai danni di un nonno, bisogna subito telefonare alla Polizia di Stato, in particolare al numero 113. Le Forze dell'Ordine considerano questo come un vero e proprio fenomeno che si manifesta durante la lunga stagione estiva, che va estirpato alla radice.

Se si ha a che fare con vicini di casa di una certa età, per evitare le truffe anziani, bisogna fargli sentire la propria presenza. Loro si sentiranno sicuramente molto più tranquilli e sapranno a chi rivolgersi in caso di telefonate o chiacchierate strane. Infine, quando il danno è già avvenuto, non si può fare altro che partire con una bella denuncia, senza mai perdersi d'animo.