Declino cognitivo: i consigli per combatterlo attraverso uno stile di vita ottimale

Declino cognitivo
9 Dicembre 2023

Quello del declino cognitivo è un problema fortemente attuale che coinvolge moltissime famiglie quando ci si confronta con un proprio caro ormai prossimo alla Terza Età. Una situazione di iniziale smarrimento che si evolve verso una sensazione di costante disagio, incertezza e dimenticanze che influisce sul benessere della persona e di chi la circonda.
Fortunatamente lo stile di vita può rappresentare un significativo punto di forza per combatterlo e noi di Peranziani.it oggi vi spiegheremo come. Piccoli consigli per ottenere importanti risultati tanto sul breve quanto sul lungo periodo.

Declino cognitivo significato: che cos’è e in cosa differisce dall’Alzheimer
Iniziamo questo percorso cercando di capire che cos’è il declino cognitivo. Questa terminologia viene generalmente utilizzata per descrivere un calo delle capacità cognitive di una persona, come la memoria, l’attenzione, il ragionamento e la capacità di prendere decisioni. Un calo che può verificarsi con l’invecchiamento normale, ma che può anche essere un sintomo di una condizione medica pregressa. È infatti importante notare che il declino cognitivo legato all’invecchiamento non è necessariamente patologico e può variare notevolmente da persona a persona. Ma in cosa differisce dall’Alzheimer? Quest’ultimo è invece una malattia neurodegenerativa progressiva e grave che colpisce le funzioni cognitive. È la forma più comune di demenza e si caratterizza per il progressivo deterioramento delle abilità cognitive, tra cui la memoria, il linguaggio e la capacità di pensare in modo chiaro. A differenza del semplice declino cognitivo legato all’età, l’Alzheimer è una condizione patologica che peggiora nel tempo e porta a una progressiva perdita di indipendenza e funzionalità.

Declino cognitivo sintomi

Quali sono invece i sintomi del declino cognitivo? Il primo aspetto fondamentale da sottolineare è che il declino cognitivo può essere causato da una varietà di fattori, tra cui l’invecchiamento normale, disturbi medici o psicologici, come la depressione, o condizioni neurodegenerative più gravi proprio come l’Alzheimer. I sintomi del declino cognitivo spesso coinvolgono cambiamenti nelle funzioni cognitive, emotive e comportamentali. Inizialmente, si avverte una leggera confusione o dimenticanza occasionale, come dimenticare dove hai messo le chiavi di casa o avere difficoltà a ricordare il nome di una persona. Con il progredire del declino, questi sintomi tendono a peggiorare. Le persone con declino cognitivo possono quindi sperimentare una crescente difficoltà a concentrarsi su compiti complessi, risolvere problemi o prendere decisioni importanti. Potrebbero inoltre sentirsi smarrite in situazioni familiari e avere difficoltà a seguire istruzioni o a completare attività quotidiane. Un ultimo aspetto importante da considerare è la perdita di consapevolezza delle proprie difficoltà cognitive. Le persone con declino cognitivo possono infatti non riconoscere o minimizzare i loro problemi, il che può rendere difficile per loro cercare aiuto.

Declino cognitivo come comportarsi? I consigli di Peranziani.it

È possibile combattere il declino cognitivo attraverso uno stile di vita sano ed equilibrato? La risposta è assolutamente sì e noi di Peranziani.it vi spieghiamo anche come. Qui sotto potete infatti trovare alcuni pratici consigli da tenere in considerazione all’interno della quotidianità. Piccole accortezze per importantissimi risultati.

 

Mantenere uno stile di vita attivo

L’esercizio fisico regolare migliora la circolazione sanguigna e il flusso di ossigeno al cervello, promuovendo la plasticità cerebrale. Non occorre praticare grandi distanze: basta anche una camminata quotidiana per fare la differenza.

Una dieta equilibrata

Alimentarsi con una dieta ricca di antiossidanti, grassi sani (come quelli presenti nei pesci grassi e negli oli vegetali), e nutrienti come le vitamine del gruppo B può sostenere la salute cerebrale.

Mantenere la mente attiva

Esercizi mentali, come i puzzle, i giochi di parole, la lettura e l’apprendimento di nuove abilità, possono stimolare le connessioni neurali e migliorare la memoria e la concentrazione.

Dormire bene

Un sonno regolare e di buona qualità è essenziale per il recupero e il consolidamento delle funzioni cognitive. Mantenere una routine del sonno può dunque aiutare a stare meglio durante il giorno.

Ridurre lo stress, quando possibile

Lo stress cronico può influire negativamente sulla salute cognitiva. In questo senso possono essere utili le tecniche di gestione dello stress, come la meditazione e il rilassamento, possono essere utili.

Mantenersi attivi grazie a molteplici attività sociali

Mantenere relazioni sociali attive può stimolare la mente e promuovere il benessere emotivo.

Seguire i consigli del proprio medico

Mantenere sotto controllo le condizioni mediche come il diabete, l’ipertensione e il colesterolo alto può contribuire a prevenire il declino cognitivo associato a queste condizioni.

Consultare preventivamente uno specialista

In caso di preoccupazioni riguardo al declino cognitivo, è fondamentale consultare un medico specializzato, che potrà eseguire una valutazione completa e proporre le terapie appropriate.

Condividi ora!

19 Giu 2024

Sostituzione badante ferie: quali sono le alternative di qualità?

Quando giunge il momento della sostituzione badante per ferie, è naturale che sorgano in noi preoccupazioni su come gar

19 Giu 2024

Cena leggera per anziani per favorire la digestione

Quante volte vi siete domandati se davvero esista una cena leggera per anziani prescritta da uno specialista? L'alimenta

19 Giu 2024

Disidratazione anziani: prevenirla con il corretto stile di vita

La disidratazione negli anziani è una condizione comune ma spesso trascurata. Con l'età, infatti, il corpo perde gradu

19 Giu 2024

Mini appartamenti per anziani per l’estate: Peranziani.it e Vivere Over insieme per il benessere

L'estate è un periodo dell'anno in cui molti di noi cercano di rilassarsi e godere del bel tempo, ma per chi si prende

Posto letto vuoto? Iscriviti gratuitamente su Peranziani.it

Puoi inviare la tua richiesta per aggiungere la tua struttura sul nostro sito, compilando il form dedicato
Posto letto vuoto? Iscriviti gratuitamente su Peranziani.it
Cosa stai cercando?

Cosa stai cercando?

Puoi selezionare più di una voce

Cosa stai cercando? Residenze per anziani
Cosa stai cercando? Appartamenti per anziani
Cosa stai cercando? Casa di riposo e RSA
Cosa stai cercando? Casa albergo
Cosa stai cercando? Centro Alzheimer
Cosa stai cercando? Centro Diurno
Per chi stai cercando?

Per chi stai cercando?

Per un familiare o un conoscente
Per me stesso
Per un paziente
Dove stai cercando?

Dove stai cercando?

Quanto distante vuoi cercare?

Città
Provincia
Regione
Chi sei?

Siamo quasi pronti. Lasciaci solo i tuoi contatti

"*" indica i campi obbligatori

Nome*
Hidden