Frattura bacino: rispondiamo ai dubbi più frequenti

Frattura bacino
3 Novembre 2023

L’esperienza di affrontare una frattura bacino può rappresentare un momento davvero delicato e stressante per chiunque: non solo per la persona che subisce l’infortunio, ma anche per il caregiver o il parente che sceglie di stargli accanto durante il periodo di cura e riabilitazione. E noi di Peranziani.it, che da anni ci dedichiamo con passione e competenza all’assistenza medica e domiciliare delle persone più fragili, questo lo sappiamo bene. 

Per questo motivo nel corso di questo articolo vogliamo condividere con voi un’ampia quantità di informazioni, risorse e consigli utili per affrontare questo delicato tema. Abbiamo in questo senso raccolto i dubbi più comuni per fornirvi risposte esaustive e aiutarvi a comprendere meglio questa condizione e le opzioni di assistenza disponibili. Come sempre in nome della nostra mission, che mette l’esperienza al servizio della persona anziana, poiché crediamo che l’informazione e la consapevolezza siano fondamentali per la cura e il benessere. 

 

L’assistenza domiciliare e la riabilitazione dopo la frattura del bacino fanno la differenza

Sì, l’assistenza domiciliare e la riabilitazione dopo una frattura del bacino possono davvero rappresentare un punto di forza nel percorso di recupero, naturalmente se affiancati da professionisti come noi di Peranziani.it. Generalmente i programmi mirati si concentrano sulla ripresa della forza muscolare, sulla mobilità articolare e sulla capacità di camminare in modo indipendente. Il tutto con l’obiettivo di aiutare la persona a ritornare alle sue attività quotidiane e allo stile di vita che ama nel minor tempo possibile. Questo perché noi Peranziani.it crediamo fortemente che la combinazione di assistenza domiciliare dedicata e riabilitazione specializzata sia la chiave per un recupero efficace dopo un infortunio così invalidante. Dopo una frattura del bacino, le attività quotidiane possono diventare una sfida, spesso richiedendo un periodo di riposo e una limitazione della mobilità. E qui entra in gioco il nostro team di professionisti specializzati in assistenza domiciliare. Offriamo infatti un supporto personalizzato per aiutare a gestire la vita quotidiana, fornendo servizi come l’assistenza nell’igiene personale, nella preparazione dei pasti e nella gestione dei farmaci. La comodità di rimanere nel comfort del proprio ambiente domestico può solo accelerare il recupero e contribuire al benessere psicologico del paziente.


Come si cura la frattura del bacino?

Una tra le domande più frequenti legate al processo di riabilitazione è proprio come si cura la frattura del bacino. Il percorso da seguire dipende infatti principalmente da due fattori: la gravità e la localizzazione della lesione. In generale, il trattamento può includere il riposo, la stabilizzazione chirurgica, la terapia fisica e l’assistenza domiciliare. In caso di fratture meno gravi o non spostate, invece, il riposo può essere sufficiente, con il paziente che evita di caricare il peso sulla zona interessata. Differentemente, per fratture più gravi o spostate, la chirurgia è spesso necessaria per ripristinare l’allineamento corretto delle ossa. La terapia fisica è in questo modo cruciale per migliorare la mobilità e la forza dopo la guarigione, mentre l’assistenza domiciliare può aiutare i pazienti a gestire le attività quotidiane durante il periodo di recupero. Naturalmente, è bene sottolinearlo, la scelta del trattamento tiene inderogabilmente conto della valutazione del medico e può variare da caso a caso. Non dimenticatelo mai!

 

 

Frattura bacino dopo quanto si cammina?

Anche in questo caso il tempo necessario per tornare a camminare dopo una frattura del bacino dipende dalla gravità della lesione, dal tipo di trattamento ricevuto e dalle condizioni individuali del paziente. In generale, per fratture del bacino non complesse e non spostate, il paziente potrebbe essere in grado di iniziare a camminare con il supporto di un bastone o un deambulatore già dopo alcune settimane, seguendo le indicazioni del medico e del fisioterapista. Per fratture invece più gravi o che richiedono interventi chirurgici, il processo di recupero può essere più lungo e quindi richiedere più di un mese.


Frattura bacino si può stare seduti?

In molti si chiedono effettivamente se con la frattura al bacino si può stare seduti. In generale, se si tratta di una frattura non complessa e non spostata, il paziente potrebbe essere in grado di stare seduto con un certo grado di comfort, specialmente se viene utilizzato un cuscino o un supporto per alleviare la pressione sulla zona interessata. Tuttavia, la posizione seduta potrebbe essere limitata e potrebbe richiedere un certo sforzo. Vengono poi sconsigliate sedie o poltrone basse, con il paziente che deve cercare di non incrociare le gambe. Per fratture più gravi o che hanno richiesto interventi chirurgici, invece, potrebbe essere persino pericoloso cercare di stare seduti nelle prime fasi del recupero. In questi casi, è fondamentale seguire le indicazioni del medico e del fisioterapista, che potrebbero consigliare di evitare completamente la posizione seduta o di farlo solo con un supporto adeguato per mantenere l’area del bacino stabile.


Come comportarsi durante la notte: frattura bacino come dormire?

Dormire durante la notte con una frattura del bacino può essere un’esperienza complessa che richiede attenzione per garantire il comfort e il recupero. La posizione di riposo più raccomandata è senza dubbio sulla schiena con il bacino supportato da cuscini o dispositivi di sostegno. I cuscini possono essere posizionati tra le gambe o sotto il ginocchio del lato interessato per ridurre la pressione sulla frattura. È fondamentale limitare i movimenti durante il sonno e, se necessario, chiedere assistenza notturna. Assicuratevi inoltre di prendere i farmaci prescritti per il dolore prima di andare a dormire e dotarvi di un materasso più morbido che possa essere più confortevole. Infine, al mattino, alzatevi lentamente e con attenzione: la prevenzione prima di tutto!

 

Condividi ora!

23 Lug 2024

Giochi di memoria per anziani per allenare la mente in vacanza

La vacanza estiva è senza dubbio un momento di relax e divertimento, ma può anche rappresentare un'opportunità prezio

23 Lug 2024

Wandering Alzheimer: come proteggere e supportare il malato

Il fenomeno del Wandering legato all’Alzheimer è una delle sfide più impegnative che i caregiver e i familiari devon

23 Lug 2024

Deambulatori per anziani: come scegliere quello giusto

Con l'avanzare dell'età, è innegabile, molti anziani iniziano a riscontrare difficoltà nella mobilità che possono co

23 Lug 2024

Terapia occupazionale esempi funzionali nell’assistenza domiciliare

La terapia occupazionale è una disciplina che gioca un ruolo cruciale nell'assistenza domiciliare, in particolar modo p

Posto letto vuoto? Iscriviti gratuitamente su Peranziani.it

Puoi inviare la tua richiesta per aggiungere la tua struttura sul nostro sito, compilando il form dedicato
Posto letto vuoto? Iscriviti gratuitamente su Peranziani.it
Cosa stai cercando?

Cosa stai cercando?

Puoi selezionare più di una voce

Cosa stai cercando? Residenze per anziani
Cosa stai cercando? Appartamenti per anziani
Cosa stai cercando? Casa di riposo e RSA
Cosa stai cercando? Casa albergo
Cosa stai cercando? Centro Alzheimer
Cosa stai cercando? Centro Diurno
Per chi stai cercando?

Per chi stai cercando?

Per un familiare o un conoscente
Per me stesso
Per un paziente
Dove stai cercando?

Dove stai cercando?

Quanto distante vuoi cercare?

Città
Provincia
Regione
Chi sei?

Siamo quasi pronti. Lasciaci solo i tuoi contatti

"*" indica i campi obbligatori

Nome*
Hidden