RSA acronimo e significato: le nostre risposte alle domande più frequenti

RSA acronimo e significato
21 Agosto 2023

Se questo articolo ha mosso la vostra attenzione è perché probabilmente vi sarà capitato di incrociare l’acronimo RSA in diverse occasioni e contesti, chiedendovi cosa rappresenti e quale sia il suo significato

Non preoccupatevi, siete nel posto giusto! In questo articolo, infatti, esploreremo tutto ciò che c’è da sapere sull’acronimo RSA e sveleremo le risposte alle domande più frequenti su questo termine che ormai pervade sempre di più la quotidianità di chi ha un caro ormai non più completamente autosufficiente. 

 

 

 

RSA acronimo: cosa vuol dire RSA e di cosa si occupa?

Cosa vuol dire RSA e qual è il significato dell’acronimo RSA? Effettivamente come spesso ci è capitato di accorgerci, si fa molta confusione sull’acronimo RSA, ma anche sul qual è la differenza tra RSA e casa di riposo o su qual è la differenza tra CRA e RSA. Proviamo a procedere per gradi, parlando dell’RSA acronimo che, nell’ambito della cura e del benessere in Italia, significa semplicemente “Residenza Sanitaria Assistenziale”. Le RSA sono di fatto strutture destinate ad accogliere anziani non autosufficienti o con bisogni di assistenza, che non possono essere più assistiti adeguatamente al proprio domicilio. Possono essere gestite da enti pubblici o privati e hanno come mission quella di fornire una serie di servizi finalizzati alla salute e al benessere dell’Ospite, tra cui assistenza infermieristica, supporto nelle attività quotidiane, servizi medici, attività di riabilitazione, socializzazione e supporto psicologico. Il tutto in un ambiente immersivo sicuro e confortevole.

 

Qual è la differenza tra RSA e casa di riposo?

Bene, una volta definito cosa vuol dire RSA, proviamo a rispondere a quella che rappresenta una delle domande più diffuse tra chi si affaccia per la prima volta al mondo assistenziale per un proprio caro: qual è la differenza tra RSA e casa di riposo? La principale differenza tra RSA (Residenza Sanitaria Assistenziale) e casa di riposo sta nel livello di assistenza e cura fornito agli anziani. La RSA, come detto, è una struttura residenziale che offre servizi di cura e assistenza medica specificamente progettati per anziani non autosufficienti o con bisogni di assistenza sanitaria. Sono soggette a normative specifiche e più stringenti, e sono attrezzate per fornire un ambiente sicuro e adeguato alle necessità degli ospiti. Diversamente, una casa di riposo, è una struttura più generica che può ospitare anziani indipendenti o parzialmente autosufficienti. Le case di riposo offrono di fatto un livello di assistenza meno intensivo rispetto alle RSA e possono concentrarsi maggiormente su aspetti quali la socializzazione e la qualità della vita degli ospiti.


Qual è la differenza tra CRA e RSA?

Diverso è il discorso su qual è la differenza tra CRA e RSA. La Casa Residenza Anziani (CRA), che in passato veniva definita “casa protetta” o “residenza sanitaria assistita” è sostanzialmente una residenza per anziani non autosufficienti, dove l’anziano può essere accolto anche per un lungo periodo e assistito da personale specializzato. Per accedervi è necessario rivolgersi ai servizi sociali del proprio Comune e occorre una valutazione preliminare svolta da un’equipe medico specializzata. Di fatto parliamo di strutture socio-sanitarie residenziali a cui sono destinati anziani non autosufficienti di grado elevato o medio per i quali non è possibile il mantenimento nel proprio ambiente.


Chi paga la degenza in una RSA?

Un altro quesito particolarmente diffuso è ovviamente quello legato ai costi per il ricovero: chi paga la degenza in una RSA? La prima cosa da dire è che la retta per il ricovero è sempre composta da due costi differenti. La prima voce è la quota “sanitaria”, vale a dire ciò che identifica le spese per le cure somministrate all’ospite. La seconda, invece, è la quota “alberghiera”, ovvero tutti i servizi finalizzati alla permanenza dell’anziano nella struttura come la camera, la pulizia etc etc. Se quest’ultima generalmente è a carico del paziente o della sua famiglia, diverso è il discorso per la quota sanitaria che è interamente destinata al Servizio Sanitario Nazionale. Differentemente da quanto si crede, tuttavia, anche la quota alberghiera può essere incentivata da parti terze come i Servizi Sociali del Comune di Residenza. Per farlo occorre rivolgersi ad un CAF per elaborare l’ISEE socio-sanitario dell’ospite, che andrà a definire la percentuale di pagamento della retta e le persone deputate a farlo.


Quanti tipi di RSA ci sono?

Attualmente nell’ambito del mondo dei servizi delle RSA vengono identificate 4 tipologie di residenze, classificate in base al livello di ricovero e ai trattamenti richiesti per gli Ospiti:

RSA Intensive

Ospitano pazienti con gravi patologie o condizioni sanitarie che necessitano di assistenza continuativa 24 ore su 24, come nel caso di coma, disabilità gravissime o instabilità cognitiva.

RSA Estensive

Sono quelle strutture funzionali a persone anziane o non autosufficienti, ma che richiedono un’elevata assistenza sanitaria.

RSA Estensive per disturbi cognitivo comportamentali gravi

Sono simili alla categoria precedentemente illustrata, ma sono specifiche per pazienti con demenza grave e disturbi del comportamento, a cui vengono destinati percorsi di stimolazione cognitiva e tutela personale in ambiente protetto.

RSA di mantenimento

Sono strutture destinate a persone anziane o non autosufficienti, che non possono più risiedere nel proprio domicilio e vanno quindi ospitate in via definitiva in una struttura assistenziale.

Condividi ora!

19 Giu 2024

Sostituzione badante ferie: quali sono le alternative di qualità?

Quando giunge il momento della sostituzione badante per ferie, è naturale che sorgano in noi preoccupazioni su come gar

19 Giu 2024

Cena leggera per anziani per favorire la digestione

Quante volte vi siete domandati se davvero esista una cena leggera per anziani prescritta da uno specialista? L'alimenta

19 Giu 2024

Disidratazione anziani: prevenirla con il corretto stile di vita

La disidratazione negli anziani è una condizione comune ma spesso trascurata. Con l'età, infatti, il corpo perde gradu

19 Giu 2024

Mini appartamenti per anziani per l’estate: Peranziani.it e Vivere Over insieme per il benessere

L'estate è un periodo dell'anno in cui molti di noi cercano di rilassarsi e godere del bel tempo, ma per chi si prende

Posto letto vuoto? Iscriviti gratuitamente su Peranziani.it

Puoi inviare la tua richiesta per aggiungere la tua struttura sul nostro sito, compilando il form dedicato
Posto letto vuoto? Iscriviti gratuitamente su Peranziani.it
Cosa stai cercando?

Cosa stai cercando?

Puoi selezionare più di una voce

Cosa stai cercando? Residenze per anziani
Cosa stai cercando? Appartamenti per anziani
Cosa stai cercando? Casa di riposo e RSA
Cosa stai cercando? Casa albergo
Cosa stai cercando? Centro Alzheimer
Cosa stai cercando? Centro Diurno
Per chi stai cercando?

Per chi stai cercando?

Per un familiare o un conoscente
Per me stesso
Per un paziente
Dove stai cercando?

Dove stai cercando?

Quanto distante vuoi cercare?

Città
Provincia
Regione
Chi sei?

Siamo quasi pronti. Lasciaci solo i tuoi contatti

"*" indica i campi obbligatori

Nome*
Hidden