Foto+anziani+computer

Le migliori app per gli anziani

Sicurezza medica e personale, rimedi contro la perdita di memoria, miglior qualità della vita. Ecco le principali app per gli anziani

Sono ormai più di 5 milioni gli anziani italiani che ogni giorno hanno a che fare con la tecnologia, con internet, e con gli smartphone di vario tipo. Un numero in costante crescita che testimonia l’interesse sempre crescente per questa fascia d’età verso il web. E che, dall’altra parte, ha di fatto creato una nuova fetta di mercato fino a pochi anni fa inesistente.
Molte aziende hanno realizzato prodotti specifici, soprattutto telefonini rivolti proprio agli anziani. Ma di pari passo sono esplose soprattutto le applicazioni dedicate al mondo della terza età. App che rispondono ad alcune esigenze primarie ed esclusive degli anziani: sicurezza, salute, scarsa mobilità e che di fatto migliorano in maniera sensibile la qualità della vita.
Pensiamo ad esempio alle app di alcune catene di supermercati che consegnano la spesa a domicilio, oppure a quelle delle varie banche, con cui tenere sotto controllo il propri conto corrente senza lasciare la propria casa.

App per smartphone

La prima cosa per un anziano che non dispone di un telefonino specifico per la terza età è quella di poter utilizzare nella maniera più semplice possibile il sistema Android; si tratta di app che di fatto modificano le icone e le interfaccia della schermata iniziale, rendendola più fruibile.
La più famosa è Big Launcher che, grazie ad una grafica specifica con font particolari e dimensioni studiate con l’ausilio di esperti e medici, trasformano una schermata difficile da capire e gestire in una cosa semplice. Comporre un numero di telefono, mandare un messaggio, leggere una mail o aprire i social diventano così facilmente comprensibili anche per un anziano, anche se con problemi di vista.
Ci sono poi app, come “speechnote” che permettono di scrivere testi su dettatura vocale, riprendendoli anche dopo diverse ore di mancato utilizzo.

App per la memoria

L’appannamento se non la perdita della memoria, sono una delle grandi problematiche a cui va incontro un anziano con il passare degli anni. Ed è evidente come i problemi o le malattie legate a difetti della memoria possano influire sulla sicurezza e sulla salute delle persone. Ci sono quindi app che aiutano a ridurre il più possibile i disagi causati dalla perdita della memoria. MyTherapy, ad esempio ci aiuta a tenere sotto controllo l’assunzione di questo o quel farmaco, evitando così facili e pericolose dimenticanze. Il sistema, una volta impostato, manda dal telefono un segnale indicando l’ora e la medicina da assumere. La stessa app ricorda anche quando fare attività fisica o quando fare un esame o un controllo.
Perdere la memoria può creare problemi ad esempio nel recupero della prima auto parcheggiata: Follow My car o ParKing memorizzano il punto in cui viene lasciato l’auto e ricostruisce istantaneamente il percorso per riportare il guidatore al punto del parcheggio.
Importante anche memorizzare le varie password che utilizziamo con sempre maggiore frequenza. 1Password è la app più utilizzata per conservare in un unico luogo ogni codice d’accesso e recuperarle con facilità. In caso di furto o smarrimento del cellulare è possibile criptare o cancellare anche da remoto il contenuto della nostra cassaforte.

App sicurezza e medicina

Per un anziano spesso malato, saper di poter essere in contatto con un parente o un medico è fonte di grande sicurezza e può aiutare a salvare una vita. bSafe permette con un solo gesto di mandare un messaggio ad una serie di numeri di telefono impostati o una mail, ma anche un messaggio video d’aiuto.
Ice (in Caso di emergenza) addirittura consente di fornire in tempo reale condizioni mediche ai soccorritori. All’inizio si possono fornire tutte le proprie informazioni mediche indicando tipologia della malattia, cure, ultimi controlli effettuati, esiti di vari esami.
Panic Button è un’altra app da azionare in caso di emergenza con un semplice tasto anche in situazioni drammatiche e pericolose come furti, rapine, aggressioni ed è in grado di fornire ad un elenco di persone pre-impostate, anche l’esatta posizione dove ci troviamo attraverso il Gps