yoga

Attività fisica per anziani: ginnastica posturale

Ginnastica posturale per anziani: benefici per il corpo e per la mente

L’attività fisica per l’anziano, ed in particolare la ginnastica posturale, è di fondamentale importanza sia dal punto di vista fisico-motorio, sia dal punto di vista psicologico-sociale se eseguita in gruppo.

L'attività fisica di gruppo, infatti, non può che avere un ulteriore beneficio nella socialità che l'individuo recupera grazie al rapporto con gli altri. Per ottimizzarne tutti gli effetti, i gruppi di ginnastica dovrebbero essere misti e comprendere individui di età diversificate, seppure vicine fra di loro, per non far sentire l'anziano emarginato e per aiutarlo ad entrare in contatto con persone diverse in un momento della vita in cui il rischio di isolamento e di solitudine possono diventare un limite molto grande, un ostacolo insormontabile.

Benefici per il corpo: qualche numero

La ginnastica è un ottimo aiuto contro l'indebolimento e la degenerazione dell'organismo, grazie ad esercizi specifici e mirati per migliorare le funzionalità del proprio corpo e per avere una più forte consapevolezza di esso e delle sue potenzialità. Migliorare la circolazione, rinforzare e preservare le articolazioni, sono fattori da non trascurare, soprattutto con l'avanzare dell'età.
Recenti ricerche mediche dimostrano, infatti, che la ginnastica può arrestare o addirittura invertire la riduzione delle prestazioni fisiche dell'anziano.
Sono stati rilevati guadagni di forza compresi tra il 16% e il 174% ottenuti grazie all’allenamento muscolare di donne e uomini di età compresa tra i 60 e i 98 anni.

Ginnastica posturale: che cosa vuol dire "postura"? A che cosa serve questa ginnastica?

Per postura si intende l'atteggiamento assunto da un soggetto, che viene definito dai rapporti spaziali che si stabiliscono tra i diversi segmenti corporei e tra questi e l'ambiente. La ginnastica posturale è particolarmente indicata per l'attività fisica dell'anziano poiché essa rappresenta l’insieme di esercizi che ristabilisce l’equilibrio muscolare. In particolar modo, essa agisce sulle zone del corpo rigide o doloranti, provvedendo a migliorare la postura e la capacità di controllo del corpo. Tramite questi esercizi di ginnastica posturale è come se si imparassero di nuovo le posizioni che si assumono abitualmente durante la giornata. Una postura errata causata dall'età avanzata e, più precisamente, dalla forza di gravità sulla colonna vertebrale (flessione in avanti), limita per esempio una normale espansione della gabbia toracica e di conseguenza dei polmoni.

Gli obiettivi e i contenuti generali della ginnastica posturale sono:

  • Presa di coscienza della propria postura, vale a dire del "modo di stare" o "di porsi" del corpo nelle varie stazioni (eretta, seduta, decubito, quadrupedica). La presa di coscienza passa anche attraverso l'apprendimento di azioni atte a correggere l'errata postura quali l'antiversione e retroversione del bacino, la retroposizione delle spalle e rotazione esterna delle braccia e contrario;
  • Riequilibrio della propria postura, attraverso il potenziamento o il ridimensionamento di alcuni gruppi muscolari rispetto ad altri;
  • Mobilizzazione della colonna vertebrale;
  • Presa di coscienza delle catene cinetiche, che sovrintendono alla postura stessa;
  • Miglioramento della coordinazione generale;
  • Apprendimento delle posizioni e dei movimenti corretti.