icona chiudi
Abbiamo a cuore il benessere delle persone che ami
Icona cerca

Di cosa hai bisogno?

Scopri tutti i servizi dedicati agli anziani più vicini a te.

Anziani in bicicletta: la guida

8 Luglio 2022

L’attività fisica è basilare per tutti, ad ogni età. Ma diventa quasi un obbligo per il vivere bene degli anziani. Lo sport per i senior ha effetti benefici sul fisico e sulla mente. E sia quindi attività fisica sia. Tra queste una delle più indicate resta la bicicletta. Tra i vantaggi il fatto che andare in bicicletta è di fatto anche un’azione comune della vita quotidiana. Così ecco che è consigliato spostarsi in bici per le piccole commissioni di tutti i giorni: la spesa, la visita ad un parente o ad un amico. Senza saperlo stiamo facendo del bene al nostro corpo.

Come ogni attività fisica però va fatta con cognizione di causa. Bisogna quindi essere in una condizione di salute tale da poter controllare con sicurezza il mezzo. Spesso infatti ci si trova a pedalare non in strade isolate ma nel traffico di paesi e città. Per la sicurezza propria e degli altri bisogna essere in grado di gestire la bicicletta in maniera sicura, senza rischi.

Se infatti da una parte si tratta di un’attività motoria degli innumerevoli benefici, dall’altra parte è facile capire come una caduta, anche banale, potrebbe avere delle conseguenze molto gravi.

Anziani in bicicletta benefici

I benefici dell’andare in bicicletta sono molteplici. Per prima cosa è il cuore e l’intero sistema circolatorio a godere dei maggiori vantaggi. Una semplice pedalata (ovviamente non un’andatura sportiva ma una normale velocità da strada cittadina) comporta un abbassamento della pressione arteriosa, tiene allenata la muscolatura cardiaca, tonifica la muscolatura.

Il tutto con dei vantaggi innegabili rispetto a molte altre attività. Rispetto alla corsa o ad altri sport di movimento, la bicicletta avviene senza scossoni per la articolazioni. Niente problemi alla schiena, alle caviglie, a ginocchia e all’anca come invece potrebbe accadere con la corsa. Uno sport ad impatto zero quindi per le articolazioni e per questo molto consigliato.

A questo va aggiunto anche il non secondario fatto che andare in bicicletta è un’attività da farsi all’aria aperta. Questo basta per migliorare l’umore della persona, rilassandola, aumentando la produzione di endorfine (l’ormone del buonumore). Insomma, un toccasana per il corpo e per la mente.

Quanto spesso possono andare in bicicletta gli anziani?

Non esiste una risposta uguale per tutti a questa domanda. Esistono però delle regole che ognuno dovrebbe seguire quando si parla di attività fisica e bicicletta. Per prima cosa con l’aumento dell’intensità della pedalata serve un più attento controllo medico-sportivo preventivo. Poi bisogna avere equilibrio, forza muscolare importante e una buona resistenza respiratoria.

Questi sono gli ingredienti imprescindibili. Poi ognuno deve fare i conti con se stesso; conoscersi significa non superare mai i limiti tollerabili; ricordarsi di non andare mai in affanno di fiato, di non esagerare. Preferire ad esempio più uscite di durata temporale e chilometrica inferiore che solo una molto lunga e provante. 

Bicicletta per anziani: quale modello scegliere

Oltre che un corpo sano e pronto all’attività fisica per rendere una pedalata una cosa sicura serve scegliere un mezzo adatto. Gli anziani hanno necessità ed alcune problematiche legate all’età innegabili e che si possono affrontare anche scegliendo la bicicletta giusta. Per prima cosa bisogna stabilire quale sia il peso giusto del nostro mezzo. Un modello troppo pesante con ruote troppo grandi può essere difficoltoso da gestire, creando non pochi problemi. Meglio restare su modelli per lo più leggeri, ma pur sempre dalla struttura sicura.

Per chi volesse invece esagerare, seguendo anche le ultime mode, si può affidare alle moderne e-bike. Certo, il costo è decisamente superiore a quello di un mezzo tradizionale ed anche il peso è decisamente superiore, ma i vantaggi sono troppo evidenti. Soprattutto per tragitti lunghi o passeggiate in montagna dove servirebbe molta più forza, ecco che l’ausilio di una batteria elettrica è capace di trasformare quello che sarebbe un percorso impossibile in una agevole gita.

Il mercato poi offre soluzioni di assoluta sicurezza anche per persone fisicamente più fragili cui magari è necessario un ausilio per migliorare la stabilità. E non solo. Stanno sempre più prendendo piede le biciclette da interno, le cosiddette cyclette di una volta che permettono di pedalare in tutta sicurezza anche da casa, magari mentre fuori fa troppo freddo o troppo caldo.

Scelta libera, quindi. Il consiglio è sempre quello di affidarsi all’esperienza ed alla professionalità di chi lavora nel settore da anni.

Ps e ricordatevi: quale sia la vostra bicicletta controllatene sempre il corretto funzionamento: catena, freni, gomme, luci; una bicicletta che sia strutturalmente a posto è una bicicletta più sicura per noi e per chi ci sta attorno.

Condividi ora!

Redazione Autore

Articoli Correlati

Curiosità
22 Luglio 2021

Le migliori soluzioni digitali per il mondo socio sanitario: nasce la partnership tra Softwareuno e Peranziani

Leggi di più