Casa Di Riposo Casa Di Cura Rsa

Casa di Riposo, Casa di cura o RSA? Ecco come scegliere

Casa di riposo: la qualità di vita degli anziani non autosufficienti

Quando un anziano non è più autosufficiente o non ha parenti che possano accudirlo e sopperire a ogni tipo di esigenza materiale, fisiologica e d'aiuto per eseguire i compiti quotidiani, si pone la necessità di una decisione molto delicata su come migliorare la sua qualità di vita in una casa di riposocasa di cura o RSA. Diventa necessario cercare una struttura che lo possa accogliere in modo adeguato.

In taluni casi lo stato di salute fisica potrebbe essere precario da rendere necessaria un'assistenza continua. In altre situazioni gli anziani con problemi di salute possono avere patologie di tipo intellettivo, quando interviene la demenza senile e altre patologie associate, come il Morbo di Alzheimer o quello di Parkinson.

In altri casi lo stadio di queste patologie potrebbe essere talmente avanzato da non permettere più d'interagire con l'anziano in modo normale, ponendo il problema di un'assistenza continuativa, professionale e consapevole delle condizioni di salute complessive.

La scelta non è facile per i parenti che si vedono costretti da una serie di circostanze a doversi separare dal proprio congiunto, senza poter fare altro che affidarlo alle cure di una casa di riposo, o una RSA (Residenza Sanitaria Assistenziale) o ancora in una casa di cura. In quei casi in cui non ci sono problemi di salute in atto, ma è necessario che l'anziano non rimanga da solo in casa, ci sono strutture residenziali protette in cui può essere accudito.

La differenza tra le 3 strutture per anziani: casa di riposo, casa di cura, RSA

Quale differenza c'è tra casa di riposo, casa di cura e RSA? Vediamo nel particolare di che si tratta e per cosa possono essere indicate in relazione alle varie situazioni in cui si possono trovare gli anziani.

La casa di riposo

La casa di riposo è una struttura destinata agli anziani che sono autosufficienti, anche solo parzialmente. Si adatta a quelle persone che non possono o non vogliono stare da sole in casa e rappresenta un'alternativa importante per stare insieme a persone coetanee e che vivono la stessa condizione.

Gli alloggi per gli ospiti della casa di riposo possono essere delle camere doppie o singole con bagno, ma anche suite anch'esse fornite di servizi. Interessante è la possibilità per gli anziani di servirsi dei cosiddetti "servizi comuni", cioè il ristorante-mensa, luoghi dove socializzare, riunirsi e svolgere attività ricreative, usare la lavanderia, i servizi sanitari essenziali e l'assistenza di tipo ambulatoriale.

Nella maggior parte delle case di riposo possono esservi anche attività intellettualmente stimolanti, di tipo culturale o ludico (il ballo, le bocce, il gioco a carte, ecc). Per gli ospiti che ne hanno necessità, ci può anche essere l'assistenza per l'igiene personale, la vestizione o altre attività quotidiane che vengono facilitate.

Alla casa di riposo si accede facendo domanda presso l'ufficio dei Servizi Sociali del Comune, se la struttura è pubblica. Il pagamento del servizio può essere in tal caso a carico parziale del cittadino-ospite e calcolato in base al reddito annuo.

Tutte le case di riposo sono soggette a precisi requisiti secondo la legge vigente e a un regolamento interno, che deve essere portato a conoscenza degli ospiti e dei parenti. L'apertura di una casa di riposo è contestuale all'autorizzazione regionale o del Comune, che ne garantisce l'idoneità. La casa di riposo può essere anche chiamata con altri termini che indicano la stessa struttura e sono: casa soggiorno, casa-albergo, o casa vacanza per anziani.

La casa di cura e l'RSA

La casa di cura e l'RSA hanno delle caratteristiche in comune e altre invece differiscono. Più precisamente, la casa di cura ospita anziani parzialmente autosufficienti, ma con problemi di salute che vanno seguiti da personale sanitario specializzato, oltre che dagli operatori sociosanitari. L'RSA è idonea per gli anziani non autosufficienti, quindi per chi ha bisogno di cure e assistenza sanitaria anche per malattie croniche e degenerative gravi.

Nella casa di cura, oltre all'assistenza sanitaria dovuta, ci possano anche essere momenti di convivialità tra gli ospiti, che possono dedicarsi alla socializzazione. Nella casa di riposo il personale medico non è presente tutto il giorno o anche di notte, in quanto non ci sono ospiti che abbiano necessità di un'assistenza continua in tal senso, mentre nell' RSA questo avviene. I medici sono presenti 24 ore al giorno, come gli infermieri e gli operatori assistenziali specializzati. Gli anziani vengono assistiti in tutte le loro necessità, dall'igiene personale alla nutrizione, con la presenza degli operatori socio sanitari.

Per quanto riguarda il pagamento delle 2 strutture, la casa di cura è a carico dell'ospite o dei parenti in base alla sua situazione reddituale, in quanto si tratta quasi sempre di residenze private. Le persone che invece sono soggette a disabilità grave e sono del tutto non autosufficienti, dovrebbero pagare una tantum in base al reddito nelle strutture pubbliche. Se invece l'RSA è privata, la retta è a totale carico dell'ospite o dei suoi familiari. Nel caso di strutture pubbliche, l'accesso deve essere concordato, come per la casa di riposo, con l'ufficio dei Servizi sociali del Comune.

La giornate nelle strutture per anziani

Nelle strutture per anziani autosufficienti anche solo in parte, è possibile stabilire delle amicizie e relazionarsi con gli altri ospiti, mentre nel caso delle RSA questo aspetto non è del tutto contemplato in quanto l'anziano è il più delle volte costretto a letto e difficilmente riesce a interagire con altri che non siano medici, infermieri e OSS. L'RSA è pensata più come una struttura para-ospedaliera, dove si associa anche la consulenza psicologica.