Dal 10 marzo nuove regole per le visite ai parenti negli ospedali

Abbraccio
2 Marzo 2022

La quarta ondata di Covid che ha colpito l’Italia legata alla variante Omicron, dopo aver costretto a chiusure e misure restrittive tra la fine di dicembre e tutto gennaio, ha allentato sempre più la sua morsa. I dati recenti raccontano la discesa dei casi di contagio, dei ricoveri ospedalieri e delle occupazioni in Terapia Intensiva.

Per questo il governo negli ultimi Decreti Covid ha preparato una sorta di agenda di riapertura lenta ma totale del paese che culminerà con la fine dello Stato di emergenza il prossimo 31 marzo, dopo due anni.

In questa cronologia di misure e riaperture vengono anche interessati gli ospedali e le strutture sanitarie. Dal 10 marzo infatti tutto cambierà e di fatto si potrà ritornare nei reparti a visitare i propri cari, mettendo così fine allo strazio della solitudine nella quale sono morte migliaia di italiani in questi due anni di pandemia.

Visite in ospedale

Fino ad oggi, soprattutto nelle ultime settimane, gli ingressi dei parenti negli ospedali venivano gestiti in maniera non uniforme, con i Direttori Sanitari che di volta in volta aprivano o chiudevano le loro strutture. Nel Decreto Covid, grazie ad un emendamento approvato in Senato, tutto questo finirà e sono state date così norme uniformi per tutto il paese.

Dal 10 marzo si potrà tornare a fare visita ai propri cari, seguendo norme ben precise. L’accesso sarà consentito ad amici e soprattutto parenti e le visite avranno una durata di 45 minuti, negli orari stabiliti dai singoli ospedali. 

Per poter accedere alle strutture sanitarie servirà aver completato l’intero ciclo vaccinale, oppure aver un certificato di guarigione dal Covid, o, in ultimo, avere iniziato il percorso di vaccinazioni con almeno due dosi al quale unire un tampone negativo effettuato entro 48 ore dalla visita. 

In questi mesi di quarta ondata Covid le visite ai parenti e amici ricoverati in ospedale erano consentite solo nelle sale d’attesa e con durate limitate che variavano da ospedale a ospedale, ma che di media non superavano i 15 minuti di durata.

Durante le visite sarà obbligatorio l’utilizzo della mascherina Ffp2.

Visite in RSA

Anche nelle Rsa per gli anziani le regole cambieranno, sempre a partire dal 10 marzo. Le normative sono quelle identiche per gli ingressi negli ospedali. Con alcune possibili differenze.

I responsabili delle strutture infatti possono richiedere misure ancor più restrittive per gli ingressi, come il calzare appositi plantari o particolari comportamenti e procedure di sanificazione.

Cosa cambia nell’assistenza domiciliare

Cambiano anche le norme sanitarie per chi svolge attività di Assistenza Domiciliare. Dal 12 febbraio per queste persone è necessario il Green Pass Rafforzato, condizione che resta attiva. Ricordiamo che tocca al datore di lavoro controllare la documentazione del proprio dipendente; in caso di mancato controllo si rischia una sanzione amministrativa il cui ammontare varia tra i 400 ed i 1000 euro.

E i lavoratori che non hanno il green pass obbligatorio, che cosa rischiano? I domestici non in regola non potranno svolgere attività lavorativa (e se lo faranno andranno incontro a una sanzione amministrativa da 600 a 1.500 euro) e dovranno essere considerati assenti ingiustificati, senza conseguenze disciplinari e con il diritto alla conservazione del posto di lavoro fino alla presentazione di idonea certificazione. Per i giorni di assenza ingiustificata non sarà dovuta la retribuzione, né altro compenso o emolumento.

In casa resta l’obbligo di mascherina Ffp2 sempre indossata.

Condividi ora!

23 Lug 2024

Giochi di memoria per anziani per allenare la mente in vacanza

La vacanza estiva è senza dubbio un momento di relax e divertimento, ma può anche rappresentare un'opportunità prezio

23 Lug 2024

Wandering Alzheimer: come proteggere e supportare il malato

Il fenomeno del Wandering legato all’Alzheimer è una delle sfide più impegnative che i caregiver e i familiari devon

23 Lug 2024

Deambulatori per anziani: come scegliere quello giusto

Con l'avanzare dell'età, è innegabile, molti anziani iniziano a riscontrare difficoltà nella mobilità che possono co

23 Lug 2024

Terapia occupazionale esempi funzionali nell’assistenza domiciliare

La terapia occupazionale è una disciplina che gioca un ruolo cruciale nell'assistenza domiciliare, in particolar modo p

Posto letto vuoto? Iscriviti gratuitamente su Peranziani.it

Puoi inviare la tua richiesta per aggiungere la tua struttura sul nostro sito, compilando il form dedicato
Posto letto vuoto? Iscriviti gratuitamente su Peranziani.it
Cosa stai cercando?

Cosa stai cercando?

Puoi selezionare più di una voce

Cosa stai cercando? Residenze per anziani
Cosa stai cercando? Appartamenti per anziani
Cosa stai cercando? Casa di riposo e RSA
Cosa stai cercando? Casa albergo
Cosa stai cercando? Centro Alzheimer
Cosa stai cercando? Centro Diurno
Per chi stai cercando?

Per chi stai cercando?

Per un familiare o un conoscente
Per me stesso
Per un paziente
Dove stai cercando?

Dove stai cercando?

Quanto distante vuoi cercare?

Città
Provincia
Regione
Chi sei?

Siamo quasi pronti. Lasciaci solo i tuoi contatti

"*" indica i campi obbligatori

Nome*
Hidden